domenica - 28 Febbraio 2021
Home Cronaca Aveva tentato di uccidere un agente travolgendolo con l’auto in fuga, a...

Aveva tentato di uccidere un agente travolgendolo con l’auto in fuga, a processo un 24enne marocchino e i suoi complici

Sul banco degli imputati saliranno due uomini di origini nord africane, uno con l’accusa di tentato omicidio, l’altro per favoreggiamento e tre italiani tutti imputati di favoreggiamento

inseguimento-tangenziale ovestPer sfuggire a un controllo, dopo aver tentato di travolgere un poliziotto, aveva dato vita a una folle fuga sul filo dei 200 chilometri l’ora che da via Lorenteggio era proseguita sulla Nuova Vigevanese e si era conclusa sulla Tangenzioale ovest a qualche chilometro dallo svincolo di Trezzano sul Naviglio.

L’altro giorno, agenti della polizia di Stato hanno notificato la chiusura delle indagini preliminari all’ultimo degli indagati per il tentato omicidio del poliziotto solo per fortuna salvatosi dall’investimento. Sul banco degli imputati saliranno due uomini di origini marocchine, uno con l’accusa di tentato omicidio, l’altro per favoreggiamento e tre italiani tutti imputati di favoreggiamento.

Ad box Roberta Livraghi 300x 250L’episodio e dello scorso 8 gennaio 2020. Quel giorno, un 24enne marocchino, che si trovava a bordo di una Renault Megane, per sottrarsi al controllo di una volante della Questura milanese, si era dato alla fuga dando vita a un inseguimento che definire rocambolesco è davvero riduttivo. Aveva rischiato di uccidere.

La fuga, iniziata in via Lorenteggio e proseguita sulla via Nuova Vigevanese aveva provocato il panico, causando diversi incidenti stradali. Non contento, il giovane aveva volutamente investito e travolto uno degli agenti che aveva tentato di fermare la sua folle corsa. Il malvivente era poi riuscito a far perdere le proprie tracce abbandonando l’auto lungo la Tangenziale ovest.

Non aveva però fatto i conti con i poliziotti della 7^ Sezione Investigativa dell’Ufficio Prevenzione Generale, coordinati dalla Procura della Repubblica del Tribunale Ordinario di Milano, che al termine di una lunga indagine, resa difficile dall’intestazione fittizia dell’auto e dall’epidemia di Covid, sono riusciti a identificare il fuggiasco.

L’analisi delle telecamere di sorveglianza e dei tabulati di traffico telefonico, i pedinamenti, le perquisizioni e gli interrogatori, l’analisi forense dei cellulari, hanno permesso di identificare diversi personaggi, coinvolti a vario titolo nell’episodio. Tutti sono stati rinviati a giudizio per i reati di tentato omicidio, lesioni aggravate, danneggiamento aggravato, resistenza a Pubblico Ufficiale, favoreggiamento personale, sostituzione di persona .

Si tratta del 24enne conducente della Renault Megane, nato in Marocco, indagato per tentato omicidio, lesioni aggravate, resistenza a pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato. Attualmente detenuto nel carcere di Monza per traffico di droga. Di un 20enne nato a Milano, commerciante d’auto, indagato per sostituzione di persona in concorso, avendo acquistato e poi ceduto auto con intestazione fittizia.

Con loro dovranno rispondere del reato di sostituzione di persona, avendo acquistato e poi ceduto auto con intestazione fittizia, un 21enne nato a Cuneo, commerciante d’auto e un 64enne nato a Milano, assicuratore, indagato per sostituzione di persona in concorso, che aveva assicurato l’auto con intestazione fittizia.

Infine davanti ai giudici comparirà anche un 45enne nato in Marocco, commerciante d’auto, indagato per favoreggiamento personale, perché aveva ceduto l’auto al suo connazionale e aveva tentato di eludere le indagini sul suo conto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

banner ragno design 300x600 1 Pocketnews bricoman half 1 Pocketnews

PIÙ POPOLARI

Commercialista Livraghi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori
Libas Consumatori Commercialista Livraghi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi
Barcelo Viaggi Libas Consumatori Auto Testori Sai Commercialista Livraghi