giovedì - 25 Febbraio 2021
Home Sport Il Cesano batte di misura il Trezzano e si siede sul...

Il Cesano batte di misura il Trezzano e si siede sul trono del campionato

2ce91fa985951ebbfdf6ec9281c769b0 Pocketnews

L’equilibrio tra i padroni di casa e i gialloblù è stato rotto da una prodezza del bomber Savino, così i cesanesi salgono in cima alla classifica

Il Cesano manda un biglietto di ringraziamento al Buccinasco vittorioso sul Concordia (sino a ieri capolista del girone S di Seconda Categoria) e, dopo aver battuto di misura il Trezzano,  si siede sul trono del campionato. Un risultato inaspettato sino a qualche settimana fa, ma conquistato giornata dopo giornata con una serie di risultati utili.

Equilibrio rotto

La gara di ieri sul campo di via Don Casaleggi, non è stata facile. L’equilibrio tra i padroni di casa e i gialloblù è stato rotto da una prodezza di Savino che, ricevuta palla al limite dell’area trezzanese, ha dribblato tre avversari e poi ha depositato la sfera con un tiro a giro che ha tolto le ragnatele dall’incrocio dei pali della porta difesa da Giustolisi.

Cesano solido

Più intraprendente il Trezzano con i suoi giovani a inizio partita, più solido il Cesano che si è affidato ai suoi uomini di maggiore esperienza. I migliori in campo Cabezas per i giallo neri, Croce per i gialloblù scesi in campo con una casacca di un improbabile verde pisello. Quello tra Trezzano e Cesano può considerarsi un derby, visto la vicinanza delle due città e la rivalità che da sempre le contraddistingue, non solo in campo sportivo.

A viso aperto

Le due squadre si sono affrontate a viso aperto. L’Idrostar ha cominciato a carburare dopo una decina di minuti. Due le occasioni capitate sui piedi di Savino e Abati prima del vantaggio siglato dallo stesso Savino. Nel mezzo, il Trezzano avrebbe potuto passare in vantaggio se Bennici non avesse fallito un rigore in movimento dopo un’azione di Gini che si è fatto tutta la fascia, prima di liberarlo con un cross. I giallo avrebbero comunque potuto pareggiare se poco dopo, Di Bernardo non avesse mancato il colpo di testa su un calcio d’angolo, con palla sul secondo palo.

L’occasione

Sul finire della prima frazione di gioco, il Cesano ha avuto l’occasione per raddoppiare ma questa volta Giustolisi ha detto di no ancora una volta ad Abbiati. La palla rimasta pericolosamente in area è stata allontanata da Sergi. Nel secondo tempo ci si aspettava un Trezzano  più determinato ed invece, causa qualche errore individuale di troppo, la squadra di mister Sciorio non è riuscita a concretizzare le occasioni che pure ha avuto. Come quella capitata ancora a Di Bernardo che solo davanti a Burchielli ha mandato fuori un colpo di testa su cross proveniente dalla fascia sinistra.

La quadratura del cerchio

Oppure come quella capitata a Scavone che  si è fatto anticipare dal suo marcatore mentre era in una posizione molto più favorevole di quella del suo diretto avversario. Occasione fallita anche da Sirtori che sul finire del secondo tempo ha mandato alto sulla traversa un comodo colpo di testa che doveva solo essere accompagnato in rete. Nella sostanza, la partita ha detto che il Cesano è più squadra, composta da un centrocampo e una difesa di vecchi marpioni con in attacco elementi di belle speranze, il Trezzano ha una buona base individuale, ma non è ancora riuscita a far quadrare il cerchio. E i risultati delle ultime settimane stanno lì a dimostrarlo. Per entrambe le formazioni.

Seguici sulla nostra agina Facebook

Sponsorizzato da:

testori 6x articoli Pocketnews

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

banner ragno design 300x600 1 Pocketnews bricoman half 1 Pocketnews

PIÙ POPOLARI

Commercialista Livraghi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori
Libas Consumatori Commercialista Livraghi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi
Barcelo Viaggi Libas Consumatori Auto Testori Sai Commercialista Livraghi