giovedì - 25 Febbraio 2021
Home Sport La pallavolo Trezzano inizia il campionato servendo un bel tie-break

La pallavolo Trezzano inizia il campionato servendo un bel tie-break

b67f3a05ed46fa7a4f19254f5d8a07d4 Pocketnews

La nuova stagione è incominciata in trasferta in una giornata insolita per le rossoblù, che questa sera tornano in campo

La nuova stagione della Pallavolo Trezzano è iniziata con molte novità. In panchina, Paolo Capacchione è subentrato a Dario Sbalzarini tornato a formare le giovani leve della società. Nella squadra, poi, ci sono diversi nuovi innesti. Nelle prossime settimane il gruppo dovrà cercare di trovare il proprio nuovo equilibrio. Last but not least, il preparatore atletico, Walter Carriello, supporterà Paolo per la preparazione delle ragazze.

Sestetto inedito

Inedito anche il sestetto iniziale nella gara contro il Trenno: in campo vengono schierate Rotondo al palleggio con all’opposto Gambarè, centrali Milani-D’Ambrosio, libero Fochesato e coppia di bande Lascaro-Disalvatore. È proprio la nuova banda Disalvatore a servire la prima palla del match. Nel primo set la tensione si percepisce in entrambe le squadre e la partita parte in equilibrio, con molti errori in battuta. Sul 16-16 il Trezzano mette il turbo e con gli attacchi di D’Ambrosio e Gambarè prende il largo, aggiudicandosi il primo set per 25-17.

La parità

Anche il secondo set inizia punto a punto e il punteggio rimane sempre in equilibrio. Le Ragazze soffrono molto in ricezione, ma si comportano bene in servizio e segnano diversi ace con con D’Ambrosio, Gambarè e Disalvatore. Verso la fine del set le gialloblù sembrano impaurite, perdono lucidità e commettono qualche errore di troppo ma soprattutto risultano meno incisive in attacco. Alla fine del set il tabellino segna 25-21 per le padrone di casa. Si torna in parità.

Il sorpasso

Nel terzo set entra in campo sempre il sestetto uscente. Il set comincia come i precedenti: le due formazioni avanzano punto a punto con una buona prestazione in attacco e difesa, un po’ meno in battuta. Sul 10-8 un bellissimo attacco in parallela di Lascaro che prende di sorpresa la difesa avversaria dà il via a un filotto di punti che porta il Trezzano in vantaggio.  Le due squadre cominciano ad accusare la stanchezza e commettono diversi falli. A pagare però sono le rossoblù, che verso la fine del set sembrano impaurite e cominciano a non essere più incisive in attacco permettendo alle avversarie di rigiocare e contrattaccare facilmente. Il parziale termina 25-21 come il set precedente e il Trezzano si trova a dover rincorrere le padrone di casa.

La forza dei cambi

Si torna in campo nel quarto set e ora il coach prova a dare una svolta effettuando due cambi: esce Disavatore ed entra Capitan Iorio, esce anche Fochesato per De Feudis. Il tabellino segna 7-8 per Trezzano, quando il turbo si accende nelle ragazze e grazie a dei buoni attacchi di Milani, due ace di Iorio e delle buone difese, le ragazze segnano ben otto punti consecutivi portando il punteggio sul 7 a 16.  La corsa non si arresta, le trezzanesi hanno voglia di chiudere il set in fretta e le avversarie riescono a fare solo due punti: altri cinque punti consecutivi, di cui tre di Lascaro e uno di D’Ambrosio, fanno volare il punteggio a 21.

La frenata

Il set sembra ormai nelle mani di Trezzano, ma un calo di attenzione gioca un brutto scherzo alle ragazze che non riescono ad uscire da un giro difficile – complici anche i buoni servizi delle avversarie e la grinta di voler provare a recuperare il punteggio – e da 11 a 23 il tabellino segna ora 19-23: le avversarie hanno segnato sette punti consecutivi tra ace e attacchi. Coach Paolo chiama il suo secondo time-out per far tornare sulla retta via la sua squadra e, tornate in campo, con un palleggio apparentemente semplice ma insidioso Capitan Iorio sblocca la situazione facendo il ventiquattresimo punto. Il set si chiude 19-25.

Il controsorpasso

Sul punteggio di due set pari, ora si torna in campo per il quinto ed ultimo set: chi vince questo porta a casa la partita. I punti da fare ora sono “solo” 15, per cui ci vuole concentrazione da subito e non si possono concedere momenti di distrazione come nel set precedente. Sul 12 pari il coach del Trenno cerca di arrestare la corsa delle trezzanesi che però sembrano avere ancora le energie necessarie per l’ultimo sforzo e decretano la fine della partita dopo due ore e dieci minuti.

Il commento

Secondo il coach Capacchione, “La prima gara è sempre difficile per una squadra rodata, figuriamoci per noi che abbiamo cambiato tanto, dallo staff tecnico, al modo di allenarci e alle giocatrici nuove in ruoli fondamentali come libero e banda. Era importante partire bene soprattutto dopo la dura preparazione fatta dalle ragazze – sempre molto disponibili. L’ottima base di partenza ereditata dalla passata stagione ci ha permesso di lavorare fin da subito ad un gioco più veloce e con soluzioni diverse”. Stasera si rigioca.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

banner ragno design 300x600 1 Pocketnews bricoman half 1 Pocketnews

PIÙ POPOLARI

Commercialista Livraghi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi Libas Consumatori
Libas Consumatori Commercialista Livraghi Auto Testori Sai Barcelo Viaggi
Barcelo Viaggi Libas Consumatori Auto Testori Sai Commercialista Livraghi