Seguici su Fb - Rss

Domenica, 20 Gennaio 2019 19:52
Campionato di Seconda categoria

Buccinasco – Romano Banco, il derby che nessuno voleva e doveva perdere

È finita 1 a 1 la stracittadina tra le squadre dei presidenti Franchina e Villani. Al gol di Davide per i bianco verdi, ha replicato, con un’invenzione, Di Pierro

Nella foto, la stretta di mano dei due capitani nel derby di Buccinasco Nella foto, la stretta di mano dei due capitani nel derby di Buccinasco

Una gara che nessuno voleva e doveva perdere. È questa la sintesi del derby disputato ieri sul campo di via Scirea, tra Buccinasco e Romano Banco, le due formazioni locali impegnate nel girone S del campionato di Seconda categoria. Una stracittadina che nessuno voleva e doveva perdere perché, se fosse successo, in un caso avrebbe lasciato i rossoblù al penultimo posto della classifica, nell’altro avrebbe avvicinato pericolosamente i bianco verdi all’area play out.

Accontentarsi

Ne è scaturito un pareggio che permette ai primi di scavalcare ben due squadre e di portarsi al quart’ultimo posto (anche se con una, solo per la differenza reti), ai secondi di tenersi lontani dalle acque agitate della lotta per non retrocedere. Non è molto, ma di questi tempi bisogna accontentarsi.  Mai dimenticare che il Buccinasco sta ancora pagando un disastroso avvio di stagione, mentre il Romano Banco sembra aver perso il filo del gioco che aveva stupito addetti ai lavori e tifosi.

Le due squadre schierate in campo, circondate dai ragazzini della scuola calcio del Buccinasco

Il premio

Più spigliato il Buccinasco a inizio gara, sornione il Romano Banco che ha aspettato prima di colpire e portarsi in vantaggio. I rossoblù però non hanno mai mollato e sono stati premiati a una manciata di minuti dal fischio finale dell’arbitro Roberto Di Santo di Sesto San Giovanni. La stracittadina, infatti si è aperta con una serie di giocate di Radisa e Franchina che hanno procurato alla loro squadra un paio di calci d’angolo senza esito.

Traversa biancoverde

Il primo vero brivido a una decina di minuti dal’inizio, quando il biancoverde Bevini su punizione ha colpito la traversa della porta difesa da Contri. La palla schizzata all’altezza del disco di rigore, colpita di testa da De Mattia è finita alta sopra la stessa traversa. Piano piano, il Romano Banco ha preso possesso del centrocampo e ha imposto la propria qualità con Belfi, Gobbi, De Mattia e Muzzio. Il Buccinasco, spesso è stato costretto al lancio lungo su Franchina, che altrettanto spesso è finito nella morsa dei difensori avversari o in fuorigioco.

Il vantaggio

Questa superiorità ha pagato perché dopo un paio di azioni sfumate dall’una e dall’altra parte, i bianco verdi sono passati in vantaggio. Sull’ennesima fuga di Davide, imprendibile per il rossoblù Penna, il velocissimo puntero del Romano Banco ha beffato Camesasca e Contri con un tiro che dopo aver carambolato su uno stinco del portiere, è finito in rete.

Pubblico gelato

Lo svantaggio ha gelato (c'era già freddo) i giocatori e il pubblico di fede rossoblù presente sugli spalti, e ha esaltato nella giusta misura quello bianco verde. Uno scontro tra Careri e Gobbi ha fatto emergere un po’ di nervosismo in una gara (unico ammonito Camesasca, del Bucci) che è stata tutto sommato corretta. Sulla conseguente punizione, Malandra ha salvato su Franchina e mantenuto il risultato sull’ 1 a 0. Poco dopo, lo stesso Franchina si è avventato su un cross proveniente dalla sua sinistra. Il suo tiro, leggermente deviato, ha sorvolato l’incrocio dei pali e si è perso sul fondo.

La mossa giusta

Nel secondo tempo, Sommella ha sostituiti Patruno con Di Pierro. È stata la mossa giusta per agguantare gli avversari. La punta rossoblù ha portato vivacità nell’attacco del Buccinasco. Caporaso ha risposto togliendo Bargenio per Migliore. Al 9’ il Romano Banco ha mancato il raddoppio. Davide, in pressing su Penna ai limite dell’area rossoblù, gli ha rubato la palla e ha servito un pallone d’oro a Bevini che con la porta spalancata, da pochi metri ha sparato alto.

La legge del calcio

Gol sbagliato, gol subito. È una vecchia e dura legge del calcio. A un quarto d’ora dalla fine è cominciato il forcing del Buccinasco che “non voleva e non doveva perdere”. Radisa si è scatenato ma in qualche occasione è stato troppo egoista: dopo aver dribblato mezzo Romano Banco senza passare palla, è andato  a schiantarsi sulla difesa bianco verde. I rossoblù hanno attaccato ma non hanno mai dato l’impressione di poter passare, sino a quando un’invenzione di Di Pierro ha scatenato l’entusiasmo dei tifosi.

Di Pierro superstar

Dopo un’azione insistita sulla sinistra dello schieramento dei padroni di casa, Penna ha fatto la cosa migliore di tutto il pomeriggio: ha messo in area un cross. La palla, spizzata di testa all’indietro da Di Pierro, ha assunto una parabola bellissima e si è infilato in rete a pochi centimetri dal secondo palo della porta difesa da Malandra. L’entusiasmo ha spinto i rossoblù nella ricerca della vittoria. Radisa  si è scatenato e dopo essere partito dalla tre quarti, aver superato un paio di avversari, ha lasciato partire un tiro che, deviato all’ultimo secondo, è finito sull’esterno della rete, dando l’impressione del gol. Sarebbe stata una beffa per il Romano, un premio troppo alto per il Buccinasco.

Seguici sulla nostra pagina Facebook

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.

Potrebbero interessarti

Articoli correlati (da tag)

Calcio
La presentazione
Per vincere, l’Accademia Milanese si affida al “comandante” Mento

Per vincere, l’Accademia Milanese si affida al “comandante” Mento

Il mese scorso la squadra ha affrontato ai play off il Real Trezzano, poi promosso in Seconda categoria

Sport
La vittoria
Dopo le Olimpiadi, gli Europei di Basket: a vincere è sempre Assago

Dopo le Olimpiadi, gli Europei di Basket: a vincere è sempre Assago

Uno dei quattro gironi dell'EuroBasket 2021 si giocherà al Forum. L’Italia è qualificata di diritto

Calcio
Campionato di Seconda Categoria
Il Corsico riparte puntando sulla promozione in Prima categoria

Il Corsico riparte puntando sulla promozione in Prima categoria

La squadra è stata affidata a Carmine Fantini, allenatore d’esperienza che proviene dalla Vercellese